Email ricevuta da Tonino Drago in data 13 marzo 2006 alle ore 11,33

 

Cari amici,

vi comunico che il 28 marzo avrò il giudizio sul ricorso alla Commissione Tributaria di Napoli per obiezione fiscale.

Questa obiezione è stata compiuta nella maniera innovativa di versare una quota delle tasse non allo Stato (Ministero del Tesoro) ma ad un altro organo dello Stato, l'UNSC nella sua voce di bilancio per la Difesa Popolare Nonviolenta. (In passato versavo la somma tolta allo Stato o al fondo della Campagna o a delle organizzazioni private che compiono azioni di DPN). Che sappia io è la prima volta in Italia che c'è un ricorso del genere.

Esso è stato stilato dalla Avv.ssa Femori Ilaria di Pisa ed è stato valutato molto ben fatto dal magistrato Domenico Gallo, obiettore fiscale anche lui. Il ricorso solleva eccezioni di incostituzionalità; inoltre ricorda il voto della Camera del 1998 a favore della opzione fiscale, come pure la autorizzazione giuridica all'UNSC per ricevere somme da privati; infatti ho ricevuto una lettera di ringraziamento da questo Ufficio.

L'Agenzia delle Entrate di Pisa, incaricata della riscossione, si è posta come parte civile con una nota nella quale dichiara "lodevole" (in grassetto) "la scelta operata dal ricorrente" (anche se poi dopo si dichiara costretta a confermare la richiesta di pagamento del dovuto).  

In questi giorni l'avvocatessa Femori ha inviato una memoria aggiuntiva in cui sostiene il ricorso anche col fatto recentissimo del 5 per mille a favore di ONLUS, Università e istituti di ricerca. Sarebbe ; ancora più ragionevole permettere il 5 per mille a favore della voce DPN dell'UNSC (cosa che l'UNSC stesso avrebbe potuto ottenere così come hanno fatto le Università, e che anche il Comitato per la Difesa Civile non armata e nonviolenta avrebbe potuto invitare l'UNSC a fare), il quale UNSC è sempre un organo dello Stato. .

Le speranze di una soluzione positiva, che avrebbe valore di apertura alla opzione fiscale, non sono alte, data la automaticità con la quale operano queste commissioni; ma non sono nulle e la posta in gioco è molto grande. 

Per eventuali messaggi di solidarietà indirizzare a Sezione 44 della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli, via Nuova Poggioreale, torre 3, fax 081 7871819, tel 081 7873711, udienza del 28 marzo 2006.

Cari saluti

 

Antonino Drago
via Benvenuti 5
Castelmaggiore Calci Pisa 56010
tel. 050 937493
fax 06 233242218