Richiedi che il tuo 8 x 1000 sia destinato alla Pace

Quando si consegna il modello 730  o mod. Unico ci viene richiesta una firma per assegnare l’8 per mille ad una serie di soggetti.

Proviamo a considerare l’importanza di questo gesto.

Lo Stato ha utilizzato una parte dell’8 per 1000 per le missioni militari all’estero. Comunque non vincola questi soldi  per opere sociali e non esclude il loro utilizzo per le spese militari.

 

Notiamo però che:

La Tavola Valdese negli anni passati ha versato una parte dell'8 per mille ricevuto dai contribuenti, alle Peace Brigade International e ai Berretti Bianchi.

 

La Chiesa Cattolica, sollecitata dall'obiettore fiscale don Gennaro Somma, ha assegnato nel 2000 una parte dell'8 per mille ricevuto dai contribuenti (200 milioni di vecchie lire ), alla Caritas che li ha impiegati per l'avvio di un importante progetto di “Obiezione di Coscienza e Servizio Civile Internazionale” che ha visto partire, dall’autunno 2000,  obiettori per il Ruanda, l'Albania, la Bosnia e il Kossovo, organizzando all’interno dei suoi percorsi formativi nazionali un seminario sulla Difesa Popolare Nonviolenta.

 

Richiedi che il tuo otto per mille sia destinato per la pace

 

Questo atto è pienamente legale e comporta, come solo aggravio, il semplice invio di una lettera; nella quale si dichiara la propria volontà di finanziare espressamente la pace e la DPN.

 

Questo atto può avere una grande ripercussione: quello di costituire un referendum annuale della popolazione a favore della DPN, senza alcuna spesa.

 

Tale referendum potrà pesare sia sulle Chiese che sui politici, i quali non potranno non tenerne conto.

 

Se decidi di dare il tuo 8 per 1000 alla tavola Valdese o alla Chiesa Cattolica, invia una lettera come le seguenti per rendere nota la tua scelta alla congregazione interessata

 

a)    Chiesa Cattolica

Mons. Paolo Mascarino;

Responsabile del Servizio per il sostentamento Economico del Clero

Conferenza Episcopale Italiana; Circonvallazione Aurelia 50 - 00165  Roma

 

Egregio mons. Mascarino,

sono un cattolico appartenente alla diocesi di………………,  colpito dal richiamo del Santo Padre sulla opportunità di far crescere una Cultura di Pace  e di dialogo tra diverse culture e alla luce delle Sacre Scritture (Isaia 2.4) e del Concilio Vaticano II (Cap IV, 79-82), mi voglio opporre in coscienza alle sempre più crescenti spese militari e voglio sostenere l'istituzione di una difesa popolare nonviolenta.

Ho saputo che la Chiesa Cattolica Italiana devolve una parte dell'8 per mille che riceve dai contribuenti alla Caritas, la quale li impiega in parte per attivare un "Progetto di Obiezione di Coscienza e Servizio Civile Internazionale" che vede diversi obiettori impegnati in azioni di risoluzione dei conflitti in Ruanda, Albania, Kossovo ecc.

 

Perciò quest'anno  ho scelto di versare l'8 per mille a favore della Chiesa Cattolica Italiana in modo che io possa dire di aver tolto una parte delle mie spese militari e di averle destinate ad iniziative di  difesa popolare nonviolenta.

Cordialmente

(completare con dati relativi a Luogo e data di compilazione,

Cognome  e nome, Indirizzo Cap e Comune di residenza, Firma)

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

b)    Tavola Valdese

Moderatore della Tavola Valdese

Via Firenze, 38 00184 Roma

Egregio Moderatore,

sono un aderente alla Campagna di Obiezione alle Spese Militari Per la Difesa Popolare Nonviolenta, Campagna di obiezione di coscienza per la conversione Nonviolenta della difesa nazionale dalle spese militari ad investimenti di pace.Mi voglio opporre in coscienza alle spese militari e voglio invece sostenere l'istituzione di una Difesa Popolare Nonviolenta.

 

Negli anni passati la Tavola Valdese ha destinato una quota della somma ricevuta dai contribuenti italiani attraverso l'8 per mille a diverse iniziative di Difesa Popolare Nonviolenta promosse dalle Peace Brigades International e dai Berretti Bianchi, associazioni impegnate in azioni di interposizione nonviolenta nelle situazioni di conflitto internazionale.

 

Quest'anno ho scelto anch'io di versare l'8 per mille a favore della Tavola Valdese, nella speranza che voi vogliate continuare a devolvere una quota del vostro finanziamento ad iniziative di pace tra quelle che vi verranno presentate, in modo che io possa dire di aver tolto una parte delle mie spese militari e di averle destinate ad iniziative di DPN.

 

Cordialmente

 (completare con dati relativi a luogo e data di compilazione,

cognome  e nome, indirizzo cap e comune di residenza, firma)